Gli Arazzi

In occasione della visita dell’imperatore Carlo V la Villa del Principe era già traboccante di “panni de arazzi bellissimi che haverano bastato a ornare ogni casa regia, di figure molto ben fatte”. Così la descrive in una lettera a Isabella d’Este un gentiluomo presente ai festeggiamenti indetti dal principe Andrea Doria, e così appare ancora agli occhi del visitatore delle sale della Villa del Principe di Genova. Qui, l’arte degli arazzi e della “tapeserie” ebbe nei secoli a cavallo del rinascimento il suo periodo di massimo fulgore, grazie soprattutto agli stretti legami economici della Repubblica marinara genovese con le Fiandre, la regione in cui i più splendidi arazzi venivano tessuti. Oggi la dimora museo di Villa del Principe ospita tre cicli di arazzi, risalenti al quattrocento e al cinquecento, per un totale di 11 meraviglie del rinascimento europeo. Entrate ad ammirarle.