Annibale Carracci

Susanna e i vecchioni

56,8 x 86,1 cm; olio su tavola (FC 326)

Di recente è stato chiarito che si tratta della Casta Susanna su tavola di Annibale Carracci descritta da Bellori (1672), attraverso una copia. Per lungo tempo era stata infatti ritenuta una derivazione e attribuita al Domenichino. Dipinta a Roma da Annibale per i Facchinetti, l’opera finì presto a Bologna, per poi ritornare col matrimonio fra Violante Facchinetti e Giovan Battista Pamphilj. La rettifica critica mostra quanto siano approssimative le catalogazioni finora compiute nel mondo carraccesco. L’alta qualità del dipinto richiama il Domine quo vadis? di Londra (National Gallery) e la Pietà di Vienna (Kunsthistorisches Museum), entrambe eseguite sopra superfici lisce.

Guarda l’immagine completa »